BabboRunning… Un Babbo Natale in riva al mare

da 8 Novembre 2021Active, Cultura, Family0 commenti

Si parte!

La giornata sembra cominciare come qualsiasi weekend invernale. Prima guardo il calendario e poi rivolgo lo sguardo fuori dalla finestra… In questo momento mi rendo conto che non è un “classico” fine settimana di dicembre.

Mancano sempre meno giorni a Natale: le strade sono illuminate con spettacolari luci colorate, gli alberi e le palme della riviera in cui mi trovo sono addobbati con meravigliosi festoni e le persone sono cullate dal dolce suono delle onde.

Come tutte le mattine, decido di uscire per la mia passeggiata mattutina, ma questa volta c’è qualcosa di diverso in me e in molte persone che incontro per strada. Anche se non conosco tutti, chiunque incroci lungo la mia camminata mi saluta, mentre i bambini mi corrono incontro per abbracciarmi e ascoltare le storie sugli elfi che preparano i loro regali.

Che bello il Natale! Che bella la sua magia!

E poi, per unire le persone, basta davvero poco. Come la BabboRunning!

Ormai è una festa di cui proprio non posso fare a meno. In compagnia del mio cane, anche quest’anno ho deciso di fare due passi rigorosamente travestito da Babbo Natale. Per ogni vicolo si sente esclamare dai bambini: “guardate, anche lì c’è Babbo Natale!”.

Per quest’anno ho deciso di aderire all’iniziativa nelle località liguri che mi ospitano ormai da anni.

Qui, nella riviera di Ponente, c’è un bellissimo lungomare che mi permette di raggiungere la vicina Celle Ligure partendo dalla Savona: la Città della Torretta. Non essendoci un percorso specifico, questa volta posso sbizzarrirmi con i sentieri! Mi ritrovo un po’ sulla spiaggia, e un po’ nei centri storici delle località.

Arrivo nelle Albissole

Prima tappa del percorso: le due Albissole (Albissola Marina e Albisola Superiore). Due piccole cittadine del savonese separate da un torrente (il Sansobbia) e da una sola “s” nel nome.

In questo luogo l’arte regna sovrana e la ceramica di maiolica la fa da padrona. Arrivando in paese è facile capire quanto questa arte sia importante già dal meraviglioso Lungomare degli artisti: un mosaico di più di 800 m lungo il quale è possibile immergersi nella bellezza grazie a numerosi bozzetti donati da artisti da tutto il mondo e poi ricreati con minuscole piastrelline in ceramica. Wilfredo Lam, Lucio Fontana, Asger Jorn solo alcuni dei nomi che hanno contribuito a questa meravigliosa opera.

All’interno delle strette vie a ridosso del mare è possibile ammirare una moltitudine di botteghe artistiche e atelier che contribuiscono a tenere viva questa secolare tradizione.

Rimango affascinato dalla gentilezza di alcuni di questi ceramisti che, accogliendomi nella loro bottega, non esitano a chiedermi di scattare qualche foto per poi creare statuette e palline da attaccare poi all’albero di Natale.

Finalmente a Celle Ligure 

Proseguo con la mia marcia percorrendo l’Aurelia a picco sul mare, fino a raggiungere Celle Ligure. La schiera di casette colorate a pochi passi dalla spiaggia mi accoglie. Entrando in paese si può sentire un’atmosfera magica tra i caruggi decorati e le vetrine dei negozi tutte addobbate per il Natale, con le luci colorate che donano un tocco di fantasia all’intero borgo. Giunto ormai a destinazione, decido di rilassarmi su di una panchina che guarda verso l’orizzonte. Vicino ci sono altre persone vestite di rosso che come me hanno deciso di percorrere questo facile itinerario costiero, iniziamo a fare due chiacchiere.

Calata la sera è giunta l’ora di rientrare verso casa. Anche per quest’anno la BabboRunning termina qui, una versione alternativa, senza le grandi folle, i maxi eventi e i percorsi programmati ma con nuove amicizie, nuovi sorrisi, e gli occhi pieni di Liguria in veste natalizia.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *